EuforTrisomy21_Home

Che cos'è l'UE per la trisomia 21?

Una piattaforma per la collaborazione di associazioni, cittadini e politici che lavorano insieme per la celebrazione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down, per rendere visibili la disabilità intellettiva in generale e le persone con Trisomia 21 in particolare (la più comune disabilità intellettiva di origine genetica, detta anche Sindrome di Down ).

EU for Trisomy 21 promuove la collaborazione e la condivisione di informazioni al fine di sensibilizzare e aumentare la partecipazione alla celebrazione della Giornata Mondiale della Sindrome di Down (21 marzost) presso le istituzioni dell'UE. Abbiamo partner in tutta Europa, ONG locali e iniziative avviate dai genitori e unendoli sotto l'ombrello dell'UE per la Trisomia 21 possiamo parlare collettivamente della Trisomia 21 presso le istituzioni dell'UE.

L'Unione Europea ha la competenza giuridica per produrre una legislazione che affronti i problemi delle persone con disabilità: Salute, Occupazione, Discriminazione, Educazione, Diritti Umani… Tuttavia, anno dopo anno i budget ei progetti europei sulle persone con disabilità intellettiva diminuiscono o ristagnano.

La nostra alleanza è il modo perfetto per aumentare la visibilità in tutta la società sui bisogni delle persone con disabilità intellettiva e spingere le istituzioni dell'UE ad agire a sostegno dei più vulnerabili tra noi.

Cosa fa UE per la trisomia 21 volere ?

Vogliamo che i bisogni delle persone con disabilità intellettiva diventino una priorità dell'agenda europea per garantire una reale parità tra i cittadini.

Visibilità

Le persone con disabilità non sono presenti nell'ambiente politico, non sono presenti nel mercato del lavoro né nei media. Se le persone con disabilità non sono visibili nella società, è impossibile creare i cambiamenti necessari.  

Non discriminazione

La legislazione dell'UE contro la discriminazione ha fatto molta strada negli ultimi anni per i vari gruppi minoritari, ad eccezione delle persone con disabilità. Le persone con disabilità intellettiva hanno bisogno di alcune sistemazioni speciali per garantire che quelle leggi e giurisprudenza le proteggano e non solo in teoria.

icons8-stethoscope-50

Salute

L'Unione europea deve agire nel migliore interesse delle persone con disabilità intellettiva per garantire il loro diritto a "un elevato livello di protezione della salute umana" come stabilito dalla Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea.             

Autonomia

Al fine di garantire l'indipendenza e la libertà di scelta delle persone con disabilità intellettiva, dobbiamo promuovere la loro autonomia. A tal fine l'UE deve incoraggiare programmi di ricerca medica con obiettivi terapeutici e progetti sociali innovativi e inclusivi che integrino nella società le loro diversità.